Questo sito utilizza i cookie per garantirti una navigazione ottimale. I cookie sono necessari per usufruire di tutti i servizi offerti e a fini statistici. Proseguendo con la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Verdiana Raw

Verdiana Raw

Verdiana; evoca la  morbidezza che danza, la fluidità che scorre, la raffinatezza di una  madonna fiorentina. Raw: la durezza che cartavetra, il grido che spalanca, la ruvidità di una strega dell'Egeo.
In questa contrapposizione sta tutta la sua musica, e il suo stare sulla scena: Verdiana Raw è strega e maga, con la sua voce potente, duttile, rigorosa e severa, cristallina e ruvida.
Un'immagine forte, che ricorda la Medea portata in scena dalla Callas, e una carriera frutto di lungo studio.

 

Verdiana Raw - classe 1987 - comincia lo studio del violino all'età di quattro anni. La madre è pianista ed insegnante di musica, in casa riecheggiano costantemente musica classica, opera, cantautori italiani. Durante l'adolescenza abbandona il mondo del Conservatorio e si nutre soprattutto di cantautrici femminili, americane ed anglosassoni, per buttarsi, alla fine degli anni Novanta, su Nirvana e Sex Pistols. Si dedica anche alla recitazione teatrale, esperienza che resta impressa sulla sua capacità di esibirsi dal vivo. Canta per la prima volta in un gruppo hard rock e da lì la sua vocalità si fa sempre più eclettica, uno stile senza regole e senza costrizione,  emozioni che fuggono dalle sue prime composizioni ed improvvisazioni come Spiriti dal vaso di Pandora. Nel 2009 si trasferisce a Palermo, portando con sé una breve demo di brani voce e pianoforte. Comincia ad esibirsi dal vivo, dapprima sola con il piano, poi collaborando con compositori elettroacustici, danzatrici e attrici. Tornata a Firenze nel 2010, unisce al piano le chitarre di Antonio Bacchi e le percussioni di Fabio Chiari e si dedica ad un'intensa attività live, mischiando diversi modi di stare sul palco, attingendo a discipline diverse (readings, accenni di danza butoh, performance di sperimentazione sul corpo).
Il frutto della ricerca di quegli anni verrà raccolto in “Metaxy” (fra dèi e uomini, saggezza e follia) album uscito nel 2012 per ArkRecords, contraddistinto da piano e voce evocativi ed onirici, dall'incastro di voci e chitarre delicate, con accenni percussivi e richiami alla musica antica e folk.  Da lì, si susseguono importanti esperienze: attrice e performer per i lavori multimediali della compositrice elettroacustica Alessandra Panerai, il diploma in musicoterapia, le incursioni nel teatro (con  “Perelandra Teatro” in “Punk Odyssey”  e “Soul Asylum”), e ovviamente un tour di concerti, in Italia e in Europa.
Firma la colonna sonora del film d'esordio di Marco Cei “Vitrum'” (fra gli attori anche Carlo Monni) e la sigla della webserie “Darkness beside”. Collabora con danzatrici contemporanee, in particolare con la performer Luciana Stefani, con la quale crea la performance “Controluce”. E' cofondatrice nel Marzo del 2015, insieme a Teresa Maria Partenope Vitelli ed Elisa Romanelli, dell'Associazione “Museo Art Brut Firenze” per la quale crea eventi ed iniziative volte all'esplorazione dell'Art Brut e di nuovi modi di pensare e fare arte.
Nel 2015 l'incontro con Paolo Favati, che produce il secondo album 'Whales know the route', e con la violista Erika Giansanti, che compare nel nuovo lavoro permettendo con il suo contributo di creare una cerniera fra il mondo classico e quello rock.

 

2016 Verdiana Raw “Whales Know The Route” LPver2
”Whales know the route” (Pippola Music) ruota intorno al totem della Balena, che rappresenta la memoria millenaria del mondo, la voce delle emozioni profonde ed autentiche, l'istinto e l'ascolto del proprio suono e del proprio cuore, che Verdiana Raw paragona alla forza femminea che sfocia nella maternità, con tutta la potenza dell'intuito della Madre. “Whales know the route”: le balene seguono rotte oceaniche senza perdersi affidandosi all'istinto dettato solo dalla loro Natura.
Con questo disco Verdiana Raw lascia il bianco e nero per i colori e le sfumature.  
L'album è stato selezionato per le Targhe Tenco 2016 come miglior album in assoluto
Dal vivo, Verdiana Raw è accompagnata da Antonio bacchi alla chitarra, Paolo favati al basso, Fabio Chiari alla batteria, Erika Giansanti alla viola, e Marco L. Lega al mixer.
Con “Whales know the route”, partecipa alla rassegna statunitense di showcase più importante al mondo: SXSW Festival 2017 ad Austin, Texas, USA.

 

Nomination al Premio Tenco 2016 sezione "Album in assoluto dell’anno"

 

> LEGGI LE RECENSIONI

 

 

VERDIANA BOOKING: 

vertigo

 

 

3pro2orc1Audiort

 

Discografia

VerdianaRawMetaxyVerdiana Row Cover2

 

Whales know the route” (Pippola Music) ruota intorno al totem della Balena, che rappresenta la memoria millenaria del mondo, la voce delle emozioni profonde ed autentiche, l'istinto e l'ascolto del proprio suono e del proprio cuore, che Verdiana Raw paragona alla forza femminea che sfocia nella maternità, con tutta la potenza dell'intuito della Madre. Whales know the route”: le balene seguono rotte oceaniche senza perdersi affidandosi all'istinto dettato solo dalla loro Natura.

Con questo disco Verdiana Raw lascia il bianco e nero per i colori e le sfumature.

L'album è stato selezionato per le Targhe Tenco 2016 come miglior album in assoluto

Dal vivo, Verdiana Raw è accompagnata da Antonio bacchi alla chitarra, Paolo favati al basso, Fabio Chiari alla batteria, Erika Giansanti alla viola, e Marco L. Lega al mixer.

Con “Whales know the route”, partecipa alla rassegna statunitense di showcase più importante al mondo: SXSW Festival 2017 ad Austin, Texas, USA.

FB Verdiana Raw

YouTube Verdiana Raw

Copyright© 2017 Pippola Music® | M.s. Media SRL - P. IVA: 05659420482 - Tutti i diritti sono riservati.

Login

Registrati

Registrazione utente
o Annulla

La registrazione permette l'accesso ai contenuti riservati ed i download gratuiti. Verrai inoltre inserito nella nostra newsletter. In qualsiasi momento potrai chiederne la cancellazione autonomamente.